La sorveglianza e la prevenzione della Sepsi
 

L'U.O. di Anestesia-Rianimazione del P.O. di Mantova (Direttore Dott. R. Paladini) proponeva  tramite la Dott.ssa Daniela Dall'Oglio ed il Dott. Vincenzo Sgarioto, all'interno delle attività del CIO, un Progetto di sorveglianza e prevenzione della SEPSI.
L’obbiettivo di tale sorveglianza è stato quello di avviare un progetto di studio e di lavoro con la collaborazione di alcune Unità Operative selezionatiarte al fine di istituire un gruppo di lavoro formato da referenti di reparto che: 
1. eserciti una sorveglianza sui probabili casi di sepsi;
2. effettui i primi trattamenti sul paziente settico, tramite l'appicazione di un procedura specifica;
3. individui precocemente i pazienti settici che necessitano di trattamento intensivo
4. contatti gli specialisti rianimatori ed infettivologi.
 
 La principale conseguenza della diagnosi precoce di sepsi e del suo trattamento è una riduzione della mortalità e dei tempi di degenza dei pazienti e conseguentemente della spesa sanitaria.
 

Di seguito inseriamo i tre documenti presentati al gruppo di lavoro per dimostrare l'importanza dell'argomento.

Sepsi grave: protocolli di trattamento

Progetto di sorveglianza della sepsi

Epidemiologia della sepsi


Con i successivi incontri si è prodotto un protocollo specifico che contiene le indicazioni relative alle prime cure intensive e alla terapia antibiotica: "Protocollo di gesione precoce del paziente adulto con sepsi severa e shock settico"

 

Di seguito si elencano le attività di formazione ed informazione espletate negli anni a partire dal 2008 nella nostra Azienda Ospedaliera. 1. effettuazione di seminari e corsi rivolti ai professionisti aziendali (4/06/2008, 24/11/2008, 27/01/2009);
2. presentazione e distribuzione del protocollo ai Direttori di Dipartimento e ai Responsabili di Area Dipartimentale (15/12/2009).
3. Nel mese di gennaio 2010 il Protocollo è stato presentato dagli stessi autori (Dott. Scalzini, Dott.ssa Tomasoni, Dott. Gattuso, Dott. Sgarioto, Dott.ssa Dall’Oglio) nelle varie riunioni di Dipartimento per i seguenti dipartimenti:
„± Dipartimento Specialità Mediche
„± Dipartimento Emergenza-Urgenza
„± Dipartimento Medicina di Laboratorio
„± Dipartimento Medico
„± Dipartimento Chirurgico-Ortopedico
„± Dipartimento Cardio-Toraco-Vascolare
„± Dipartimento Materno-Infantile
„± Dipartimento Testa-Collo
 

4. Il 18 maggio 2010 si è svolto un Seminario per la divulgazione del Protocollo. Di seguito le presentazioni effettute durente il seminario:

LA GESTIONE PRECOCE DEL PAZIENTE ADULTO CON SEPSI SEVERSEPSI SEVERA E SHOCK SETTICO. Dott. Vincenzo Sgarioto

DIAGNOSI PRECOCE DELLA SEPSI. Dott.ssa Daniela Dall'Oglio

LA MICROBIOLOGIA DELLA SESPI E L'EMOCOLTURA. Dott. Ferdinando Ferri

LA TERAPIA ANTIBIOTICA DELLA SEPSI. Dott. Gianno Gattuso, Dott.ssa Donatella Tomasoni

 

5. Nel mese di Dicembre 2010, grazie alla collaborazione della Struttura comunicazione, è stato prodotto un opuscolo dal titolo “Gestione Precoce del paziente adulto con sepsi severa e shock settico”. Si tratta di un documento di piccole dimensione da portare in tasca e quindi di facile e veloce consultazione.
6. Il 20 aprile 2011 si è tenuto un incontro con gli operatori sanitari dell’Azienda avente per argomento “SEPSI e modalità di esecuzione dell'emocoltura”.
7. Il 15 giugno 2011 si è tenuto un incontro con gli operatori sanitari dell’Azienda con i seguenti argomenti:
- Gestione SEPSI: diagnosi precoce e terapia (presentazione protocollo e divulgazione opuscolo)
- Progetto Aziendale per la gestione della terapia antibiotica in ospedale.

Il 24 novembre 2011 si è svolto un incontro nel presidio Ospedaliero di Pieve di Coriano dell'Azienda Ospedaliera Carlo Poma di Mantova.

Gli argomenti trattati sono stati i seguenti:

 

- Gestione SEPSI: diagnosi precoce e terapia (presentazione protocollo e divulgazione opuscolo)
A cura di Dr.ssa Donatella Tomasoni – Dr.ssa Daniela Dall’Oglio – Dr. Vincenzo Sgarioto
 - Progetto Aziendale “politica antibiotica”.
A cura di Dr. Gianni Gattuso
 - Screening – sorveglianza dei germi MDR in ospedale
A cura di Dr. Gianni Gattuso – Dr.ssa Donatella Tomasoni

CRONOLOGIA DELL’ATTIVITA’ 2013

Al Punto 14 del piano di sorveglianza e controllo per le IO nell’Azienda Carlo Poma si prevede l’Applicazione del documento tecnico "Strategie integrate per ridurre la mortalità ospedaliera associata a sepsi grave" D.d.g.5 agosto 2013 – n. 7517.


OBIETTIVI
Ottemperare a quanto previsto nel D.d.g.5 agosto 2013 – n. 7517 “Applicazione del documento tecnico "Strategie integrate per ridurre la mortalità ospedaliera associata a sepsi grave"
Ottemperare a quanto previsto nella delibera RL n° 63 del 24/04/2013 “Definizione degli obiettivi aziendali di interesse regionale dei direttori generali delle aziende sanitarie locali, aziende ospedaliere e areu per l’anno 2013, nonché delle modalità di valutazione del loro raggiungimento”, a pag. 33 è prevista l’attività di prevenzione della sepsi.
Ottemperare a quanto previsto nel piano di Risk management per il 2013.

Le attività da sviluppare per ottemperare alle norme sopraelencate sono le seguenti:
1. costituzione di un Gruppo Tecnico di Approfondimento ( GAT) Aziendale per la stesura di PDTA finalizzato al tempestivo riconoscimento e trattamento della sepsi grave;
2. partecipazione dei referenti del GAT Aziendale ai corsi di formazione organizzati a livello regionale e organizzazione a livello aziendale di corsi specifici
3. compilazione della Check list logistico organizzativa allegata al D.d.g. n. 7517/13;
4. valutazione degli indicatori di struttura, di processo e di esito come previsto nel D.d.g. n. 7517/13.

STATO DI AVANZAMENTO DELL 'ATTIVITA'
26/06/2013 istituzione del Gruppo Tecnico di Approfondimento ( GAT) Aziendale costituito da:
• Dott. Gianni Gattuso (S.C. Malattie Infettive)
• Dott.ssa Donatella Tomasoni (S.C. Malattie Infettive)
• Dott.ssa Daniela Dall’Oglio (S.C. Rianimazione Di Mantova)
• Dott. Vincenzo Sgarioto (S.C. Rianimazione Di Mantova)
• Dott. Marco Marchioni (S.C. Pneumologia UTIR)
• Dott. Dario Benazzi (S.C. Pronto Soccorso)
• Dott. Enrico Burato (Risk Manager )
• Dott.ssa Rossella Ceruti (S.C. Laboratorio - Microbiologia)
Il GAT Aziendale è costituito da componenti del CIO e le attività del GAT sono supportate dal Gruppo Operativo del CIO

 

20/08/2013 compilazione ed invio alla Regione della check-list logistico organizzativa.

 

27/08/2013 riunione operativa tra Dott. Burato, Sig.ra Chiarelli e Sig.ra Nespeca per valutare se il documento aziendale “Protocollo per la gestione precoce del paziente adulto con sepsi severa e shock settico” può essere assimilato al PDTA richiesto nel D.d.g. n. 7517/13 o deve essere modificato. Poiché questo documento manca di alcune parti specifiche di un PDTA, si decide di procedere alla sua revisione e alla trasformazione in PDTA. Si definisce di istituire nel 2014 un Gruppo di Miglioramento per la produzione del “Percorso diagnostico terapeutico assistenziale (PDTA) per la gestione della sepsi grave, identificazione e trattamento delle prime 3-6 ore”

 

13/09/2013 partecipazione al convegno “Stop Sepsis save lives”: la lotta alla sepsi (Iniziative in Regione Lombardia Cod SDS 13017) dei seguenti componenti del GAT aziendale: Dott. Marco Marchioni e Dott. Dario Benazzi. (Allegato 3).

 

25 Settembre 2013 si effettua la valutazione dei DRG riferiti alla sepsi (ICD9 038. 995. 9. 785. 52) come indicatore di esito.

 

15 ottobre 2013 partecipazione al convegno in Regione Lombardia del Corso per la formazione di formatori “La gestione della Sepsi nelle Aziende Ospedaliere” del Dott. Vincenzo Sgarioto componente del GAT aziendale.

 

4 dicembre 2013 effettuazione del seminario aziendale " Gestione e trattamento precoce della sepsi grave ". Lo stesso seminario sarà ripetuto il 12 febbraio 2014.

 

In ottemperanza a quanto richiesto da Regione Lombardia nel DGR N° X/63 DEL 24/04/2013 (Obiettivi aziendali di interesse regionale. Programmazione: Punto 6. Sepsi), rispetto alle attività finalizzate al tempestivo riconoscimento e trattamento della sepsi grave, il Comitato di Controllo delle Infezioni Ospedaliere (CIO) dell’Azienda Ospedaliera Carlo Poma di Mantova ha organizzato ed efettuato il seguente seminario aziendale:

 

" Gestione e trattamento precoce della sepsi grave "

 

EDIZIONE CALENDARIO
1^ edizione Mercoledì 4 Dicembre 2013 dalle 14.00 alle 18.00
2^ edizione Mercoledì 12 febbraio 2014 dalle 14.00 alle 18.00

Il seminario è presentato del Dott. Pier Vincenzo Storti Direttore Sanitario Aziendale
I moderatori del seminario sono:
Dott. Paolo Costa Direttore della S.C. di Malattie Infettive
Dott. Gianni Gattuso Dirigente Medico della S.C. di Malattie Infettive e Presidente del CIO Aziendale
I docenti del seminario appartengono al Gruppo Tecnico di Approfondimento Aziendale sulla Sepsi.
 

PROGRAMMA

Contenuti degli interventi Docenti
Sepsi e Shock settico Surviving sepsis campaign Dr.ssa Daniela Dall’Oglio
Dr. Vincenzo Sgarioto
Progetto Sepsi e risk management Dr. Enrico Burato
Terapia antibiotica della sepsi - razionale Dr. Gianni Gattuso

Presentazione documento aziendale:

Protocollo gestione precoce del paziente adulto con sepsi severa e shock settico

Sarà revisionato e trasformato in PDTA nel corso del 2014

Dr.ssa Donatella Tomasoni

L'igiene delle mani come prevenzione della trasmissione dei microrganismi

che possono causare sepsi

Manuela Nespeca

Ruolo del Medico/infermiere di Pronto Soccorso nel riconoscimento precocedel paziente settico

Dr. Dario Benazzi
Descrizione di un caso clinico di sepsi Dr. Marco Marchioni
Emocoltura corretta esecuzione. Il laboratorio nella gestione delle emocolture Dr.ssa Rossella Cerutti
Gestione infermieristica del paziente con sepsi grave: la fase preanalitica corretta. Lanfredi Marisa


 



Pagina aggiornata al: 16 Gennaio 2014